Sulle tracce di Tintin in Belgio

Le sue avventure lo portano in giro per il mondo, ma nelle storie di Tintin si scorgono spesso scorci di Bruxelles, città natale di Hergé, creatore del personaggio. Passeggiando per la città si possono identificare numerosi luoghi riprodotti nelle strisce di Tintin, come il Parco di Bruxelles e il Palazzo Reale raffigurati nello Scettro di Ottokar, la Gare du Nord nell’album Tintin nel paese dei Soviet, il mercato delle pulci della Place du Jeu de Balle nel Segreto dell’Unicorno, il teatro della Monnaie e l’Hotel Metropol nelle Sette sfere di cristallo. A sua volta, la città di Bruxelles e il Belgio hanno reso omaggio a Tintin e al suo creatore in numerosi modi:

Diversi murales che celebrano l’opera di Hergé colorano vie e monumenti della città, come la Gare du Midi, la Gare du Luxembourg, la stazione della metropolitana di Stockel (capolinea della linea 1) e la rue de l’Etuve;
La Statua di Tintin nel quartiere di Uccle;
Il Tintin Building, classificato come monumento storico, sede delle Editions du Lombard;
La casa natale di Hergé, a Etterbeek, rue Cranz 25;
La casa di Hergé, avenue Delleur 17, in cui l’autore visse dal 1939 al 1953;
La casa di Tintin (prima del trasferimento al Castello di Moulinsant) di rue du Labrador 26, situata in realtà al 26 di rue Terre-Neuve, dove abitava la nonna di Hergé.

Pur non avendo mai letto le sue avventure, molti conoscono Tintin, il celebre foto-reporter con i calzoni da golf accompagnato dal suo fido terrier bianco Milù. Pochi, tuttavia, conoscono il suo creatore Hergé, pseudonimo di Georges Remi, uno dei più celebri disegnatori al mondo, la cui attività si estende ben oltre le strisce di Tintin. Per conoscere meglio le sue opere, consigliamo di visitare:

Il Museo del Fumetto di Bruxelles, che ospita un’intera sezione dedicata all’opera di Hergé. Il museo è ospitato in uno splendido edificio Art Nouveau disegnato da Victor Horta.
Il Museo Hergésituato nella cittadina universitaria di Louvain-la-Neuve a 30 minuti da Bruxelles, progettato dall’architetto Christian De Portzamparc in un audace edificio che sembra una nave, il museo svela il grande artista che si nasconde dietro l’immensa figura di Tintin. Memorabilia appartenenti all’universo di Tintin provenienti da tutto il mondo, come la ricostruzione dello squalo sottomarino ispirato all’album Il Tesoro di Rackam il Rosso, bozzetti e disegni, lavori risalenti alla prima attività tipografica di Hergé sono esposti insieme a oggetti personali appartenuti al disegnatore, come vinili e opere d’arte, i quali hanno giocato un ruolo importante nella formazione spirituale del creatore del celebre foto-reporter dal ciuffetto rosso.

In collaborazione con Moulinsart, anche Brussels Airlines rende omaggio a Hergé e a Tintin con uno speciale aereo Airbus A320 travestito da sottomarino a forma di pescecane ispirato all’album Il Tesoro di Rackam il Rosso. Scopri qui il nostro aereo speciale >>





Pronto/a a seguire le tracce di Tintin in Belgio? Non aspettare e prenota il tuo volo ora!

Book your flight to Beglium